FESTA DELLA MAMMA

Punto di demerito al kindergarten (e non solo). Oggi all’asilo di bimbo hanno festeggiato la festa della mamma. Noi mamme siamo state invitate a trascorrere una giornata insieme ai nostri bambini, ad oltranza.

Sarebbe stata una buona idea se:

A) le mamme ci fossero state tutte, ma non era così. E chissà come doveva essere allegro e piacevole per i bimbi rimasti senza mamma vedere i loro compagni sommersi di coccole (che poi in realtà è lo stesso, coccole o non coccole, ai bambini alla fine basta che ci sia la presenza del genitore per far diventare il giorno speciale). E io me li sentivo addosso quegli occhioni che ti guardano… c’era tanta, tanta “tristezza” nell’aria. E lui, quel compagnuccio, oggi era più aggressivo del solito, spintonava tutto e tutti. Così io me ne stavo in disparte a pensare… e pensavo che non andava bene.

Sarebbe stata una buona idea se:

B) Fossimo davvero state invitate. Bisogna dire le cose come stanno; fuori, nella zona comune della scuola c’è esposta una bacheca scritta in tedesco (e non segnalata) dove sono elencati gli appuntamenti del mese (che, nota bene, non è data a ciascun bambino nell’armadietto come succedeva nell’asilo in Italia), noi l’abbiamo vista per caso e sempre per caso abbiamo chiesto a una delle maestre se poteva darci qualche informazione. Lei è stata disponibile a tradurla in inglese e ci ha scritto tutto su un foglietto. Se non ci fossimo accorti bimbo sarebbe stato uno dei tanti senza mamma, perchè nessuno ce lo aveva detto.

Sarebbe stata una buona idea se:

C) Ci fosse stata la mamma dell’amichetto di bimbo, lui è polacco, non parla il tedesco e nemmeno la sua mamma (nell’asilo di bimbo gli stranieri sono tanti…) … e io mi sono domandata se come noi non lo avesse saputo (problemi di informazione) o se davvero non avesse potuto prendere un permesso. Così ho lasciato che bimbo stesse a giocare con lui e non come me, aveva senso.

Sarebbe stata una buona idea se:

d) Qualche mamma vendendomi sola e in disparte fosse venuta a conoscermi; inevitabilmente ho pensato alla scuola materna in Italia dove ho instaurato dei buoni rapporti con diverse mamme… e questa sarebbe stata un’occasione anche per stare assieme e passare ore piacevoli.

Sarebbe stata una buona idea, ma non lo è stata, così prima delle 11 io e bimbo ce ne siamo andati, abbiamo preso il bus e siamo andati a pranzare assieme all’IKEA. E questa sì che è stata una bella e buona idea!

Annunci

3 risposte a “FESTA DELLA MAMMA

  1. ciaodonna di mondo!
    tuo figlio è il bambino più coraggioso del mondo, devi esserne fiera. Io al suo posto (non quando avevo 4 anni, ora) me ne sarei scappata a casa piangendo il primo giorno e in quel posto non ci sarei più voluta andare.
    Ma siam sicuri che non esiste una scuola italiana? Magari non proprio una scuola, ma la biblioteca di cui parlavi in un altro post non organizza uno spazio gioco? tanto un paio di ore credo sarebbero sufficienti, per la vita sociale sua e la sanità mentale tua, no?
    io in alternativa cercherei una scuola francese, per lo meno avrebbe una vaga idea di quello che gli dicono e magari se ti va bene lo impara….
    insomma, il tedesco chi se lo fila? e nemmeno le simpatiche, disponibili e socievoli maestre e direttrice di sta scuola son degne di essere filate.
    insomma, chi cerca trova, non demordere. non è bello abituarsi alla mediocrità…
    un bacio al bimbo coraggioso 🙂

  2. infatti a voler scappare a gambe levate da subito ero io, lui resiste, e quando non ce la fa più si sfoga picchiando tutti (io lo sgrido, ma oggi ne avrei date parecchie anche io…). Arrivando noi a febbraio non abbiamo trovato nulla, i posti di tutti gli asili (così pare) erano già esauriti, e in altre lingue men-che-meno, Graz è una piccola cittadina alla fine. Giusto per le elementari c’è la scuola internazionale che naturalmente avrebbe fatto, ma non è il nostro caso ora; gli italiani poi si defilano, oggi saremmo dovuti andare a “filastrocche” alla biblioteca italiana (appuntamenti che lui ovviamente attende con ansia) ma è saltata, i bambini (o i loro genitori?!) preferiscono il parco e so già che a maggio e giugno sarà sempre peggio. Ma noi non molliamo e ne usciremo più forti, il mio bimbo ha la corazza dura! e poi manca così poco.. purtroppo !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...