Serenata metropolitana

Eccomi qui in cima a scrivere, non avrei potuto tornarmene a casa senza averlo fatto, del resto. Però bisogna dire che la fatica della salita vale tutto il panorama di cui si può godere una volta arrivati su.

IMG_1951

Ed eccoti qui, distesa sotto di me, mia cara città. Sei bella, e neanche così piccola come sembri sulle mappette.
Sai, tra poco ci dovremo separare e io non voglio proprio per niente, ma non posso fare altrimenti, credimi, è inevitabile, tutto ormai è deciso. E forse non è nemmeno giusto da parte mia insistere a restare, sai, ci sono delle responsabilità, persone care lontane, doveri, cose da fare. Ecco perché si dice tanto che queste cose le dobbiamo fare da giovani, alla fine è vero, quando si è giovani ci si può permettere di essere leggeri,con meno pensieri, ma adesso.. adesso no.
Però cara Graz, vorrei tanto dirti cosa mi piace di te. Tu e io lo sappiamo bene che sarai il metro di paragone col quale valuterò le prossime esperienze, le prossime città, e lasciati dire che il pensiero di ricominciare mi fa anche tanta paura.
IMG_1962
Mi piaci perchè hai un bel clima, a dispetto di tutti quelli che non ci credono tu hai proprio il clima ideale, e su questo non mi hai mai delusa,anche adesso che ho questo brutto eritema su tutte le braccia non fai abbassare troppo le temperature e io posso rimanere bella coperta.
Sei solare, anche quando piove.
Sei aperta (un po’ più della gente che ti abita), pulita e puntuale.
Sei verde e rigogliosa. Hai tantissimi parchi, meravigliosi e curati e per i bambini i tuoi parchi sono un sogno. E anche per me.
Sei anche rossa, rossa come i tetti delle case che si perdono a vista d’occhio sotto di me.
Sei profumata.
schlo
Sai cara Graz, mi piaci anche perché hai un ottimo sistema di trasporti pubblici, qui da te si arriva davvero ovunque, come vuoi e quando vuoi, i tuoi mezzi sono puntuali veloci e numerosissimi (così anche  la macchina possiamo usarla pochissimo). I tuoi tram sono e saranno nel mio cuore per sempre.
Sei seria e integerrima, qui ad esempio la domenica è tutto chiuso, cascasse il Mondo tu non molli, i principi sono principi.
Sai, da quando sono qui mi succede una cosa strana (forse lo dico che sono italiana), mi dai proprio l’idea che ti fidi della gente, il tuo primo pensiero, e forse anche l’ultimo, non è quello di metterti al riparo dai furbetti, non alzi barriere, dici come le cose devono essere fatte e la gente le fa, semplicemente perchè si fa così.
Poi lo sai, ci sono posti che sono solo tuoi, come questo Schlossberg, ma anche il K&O (le colazioni all’ultimo piano, nel bar più bello della storia del mondo, sono ultra super) la Kunsthaus con tutte quelle corna in testa e il Murinsel sul fiume.
Starei qui ore a cantarti la serenata, ma si sta facendo tardi e tra poco inizierà a fare buio … forse a casa mi aspettano, è ora per me di scendere.
te lo devo proprio dire, di tutta la fatica fatta per salire, mai sarà come la discesa che ho scelto di fare, dal retro, ripida e senza scalini.
e il mio unico e solo pensiero adesso è: avrò e scarpe adatte?
Annunci

3 risposte a “Serenata metropolitana

  1. mi hai fatto venire voglia di trasferirmi cuggi mia adorata….questa serenata mi ha fatto innamorare.. pero’ non offenderti che per me sarà città azzurra, come il cielo… mica rossa!!!! baciiiiiiiiii

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...