La scuola è finita

Oggi è il tanto sospirato ultimo giorno di scuola. Per un numero infinito di anni per me questo giorno ha rappresentato la gioia più grande, il giorno più bello, la felicità immensa. Oggi era giorno di festa, di saluti, di star fuori fino a tardi, di zero pensieri, in una parola, di vacanze!

Oggi è l’ultimo giorno di scuola di bimbo. Anche se non mi riguarda direttamente, quest’anno in particolar modo (con nido e la materna in Italia sinceramente non mi era mai capitato) riesco a respirare parte di questo miscuglio di emozioni positive. Tra tre ore scarse andrò a prenderlo e finalmente sarà finita! Ammetto che dentro di me si scontrano forti correnti temporalesche poiché si sa, da domani sarà a casa, e non ci sono qui nonni cugini zii a darmi il cambio, le mie 3 ore d’aria della mattina svaniranno, saranno da rinegoziare, e bimbo non è proprio il bimbo più facile del mondo da questo punto di vista, considerando che ogni volta, cercare di portarlo fuori casa è uno strazio.

“Portarlo fuori di casa”, del resto, è stata una delle motivazioni forti che ci hanno portato ad iscriverlo ad un kindergarten. In tanti mi hanno chiesto in questi mesi (anche con una certa insistenza barra sguardo di indignazione) come mai non lo avevo tenuto a casa con me. Certo, se si fosse trattato di qualche settimana sarebbe di certo andata così, ma sei mesi no, non sarebbe stato un bene per nessuno. Continuo a credere fermamente che sia stata la scelta più giusta, si è trattato comunque di 3 ore al giorno, ma almeno in quelle tre ore, oltre all’essere fuori di casa (che è già tanto) ha potuto frequentare un ambiente con dei coetanei, delle regole e il gioco. Tuttavia, ogni giorno per me è stata una sofferenza, perché la ragione si scontra col sentimento, e il mio sentimento (ovviamente messo a tacere) lo avrebbe ritirato già da tempo. Ma oggi no, oggi è finita, e non perché ci siamo arresi, ma perché è finita! Ce l’abbiamo fatta!! è finita! E tra poco andrò a prenderlo per l’ultima volta, e poi di corsa a festeggiare, c’è un costume di Darth Vader che ci aspetta!

Ultima piccola postilla sul kindergarten: ero indecisa di scrivere o no questa cosa, ma oggi è l’ultimo giorno di scuola così la scrivo. C’era un foglietto appeso fuori dalla classe di bimbo, un piccolo foglietto scritto a mano con un pennarello colorato: “si prega di lasciare 8 euro per il materiale”. E va bè. Noi a dire il vero lo abbiamo sempre ignorato … rimandando la cosa… e nessuno ci diceva nulla. Anche se io in realtà pensavo: la retta già la paghiamo, non capisco a cosa servano questi 8 euro.. ma il pensiero rimaneva li, sospeso. La settimana scorsa, mi sentivo in luna buona, dato che stavo già pagando le foto di classe, ho chiesto di pagare anche questi 8 euro, così mi sarei sentita a posto con tutto. La maestra tira fuori un quaderno diviso per mesi e mi chiede da quanti mesi stavamo andando… io lì per lì non capivo, poi mi fa il conto: 40 euro. Ora, gli 8 euro per il materiale sono al mese (oltre la retta… scritti su un quadernino senza ricevuta). Non per essere micraniosa, io 40 euro li ho dati, ma ho anche fatto due conti. I bambini della classe sono 25, per 8 euro al mese per 10 mesi, 2.000 euro, di materiale??????? l’unica cosa che ha portato a casa in questi mesi è stata una maglietta dipinta, e la maglietta abbiamo dovuta comprarcela noi. Chiudo, lasciando intorno a questo discorso un alone di mistero, perchè oggi è FESTA! FESTA! FESTA!

 

 

Annunci

2 risposte a “La scuola è finita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...