Chi trova un Amico…

Sarà questo luminosissimo sole, sarà questo rassicurante preludio di primavera, sarà questo panorama mozzafiato che mi posso godere mentre scrivo dall’alto dello Schlossberg, … sarà un po’ tutto l’insieme ma qualcosa mi ha risvegliata dal lungo letargo invernale e dunque ho deciso di scrivere. L’inverno del resto congela un po’ tutto, compresa la mente.

schlossberg barCi eravamo lasciati al sogno di una crisi di mezzo autunno che, a partire da bimbo, aveva inondato a macchia d’olio tutti quanti noi. Fortunatamente la giusta medicina non aveva tardato troppo ad arrivare, già a novembre quasi come per magia lo abbiamo trovato: un amico! Mi avevano contattata per un lavoro come babysitter per un paio di settimane ad un bambino italiano, più piccolo del mio di un anno e mezzo.

Ci siamo studiati un po’ per qualche giorno, abbiamo giocato, letto, parlato, disegnato (io ho costruito per lui cose meravigliose con la carta, ma questa è un’altra storia) e poi, quando ho pensato che fosse giunto il momento, li ho fatti conoscere.  Si sono incontrati per la prima volta nel locale sotto casa nostra. Chiamarlo locale è un po’ riduttivo, è un bar-panetteria-pasticceria spettacolare, (di cui parlerò nel post sui locali di Graz che sto elaborando) e ha un grande spazio al centro per bambini con libri e giocattoli, non ho visto molti locali del genere ma sarebbe bello ce ne fossero anche in Italia!

Dicevamo, si sono conosciuti e non c’è voluto molto per far scoccare la scintilla. Ormai sono amici da diversi mesi, ci vediamo fissi tutti i mercoledì pomeriggio, approfittando del fatto che la sua mamma tiene una lezione proprio di fianco a casa nostra e lo lascia da noi nel frattempo, e quando è possibile anche nel fine settimana. Quando si vedono, passano ore e ore a giocare e io posso fare le mie cose tranquilla (stiro, cucio, cucino…); ogni tanto litigano, ma passa subito e hanno una notevole autonomia. Questo è molto utile anche quando vogliamo passare del tempo assieme noi genitori mentre loro giocano. Lo dico come fosse una cosa naturale e lo è, ma per noi è un’assoluta novità.

da e mi

Dopo le vacanze di Natale, l’anno nuovo ci ha riservato un’altra bella sorpresa, altri due amici, sempre italiani. Un fratello e una sorella, più grandi di bimbo di qualche bell’anno, eppure anche con loro si è creato un perfetto feeling, il rapporto che si è instaurato sembra più quello tra fratelli, con fratelli maggiori, ma alla fine vedendoli giocare si tratta di una relazione alla pari. E noi naturalmente siamo diventati amici dei genitori, due italiani che a grandissime linee vivono un’esperienza analoga alla nostra.

Sabato scorso, rullo di tamburi, c’è stata la “prima volta”. La femmina, più vicina a bimbo di età, con la quale forse c’è il legame più forte, si è fermata da noi a dormire. A dire il vero credevo che questa cosa sarebbe successa più avanti negli anni (questa cosa dei bambini che dormono da noi) e sempre a dire il vero avrei pensato ad UN amico maschio… ma è andata così e tutto sommato è andata bene. Lui le ha anche ceduto il suo letto perché è più comodo (in realtà è stato messo alle strette!) ma alla fine si è dimostrato un piccolo grande cavaliere!

Oggi poi, come tutti i martedì abbiamo l’appuntamento fisso con la biblioteca italiana e la lezioncina su fiabe e musica dove, con altri due amichetti austriaci (che parlano italiano) può fare esperienza anche con gli strumenti musicali.

Tiriamo dunque un bel sospiro e dimentichiamoci delle grane con l’asilo (altro dramma inenarrabile); alla fine vedere Bimbo felice è quanto di più solare e caldo ci si possa aspettare da questa avventura che tra alti e bassi continua…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...